Non è un paese per giovani

E neanche un partito per giovani sembrerebbe. Giulia Innnocenzi racconta nel suo blog come sia in effetti impossibile candidarsi alle primarie per la carica di segretario dell’organizzazione giovanile, Paolo Farina fa un ritratto impietoso della guerra tra correnti che si è replicata anche in questo caso. 

Veltri sul sito de iMille si domanda se un’organizzazione giovanile serva davvero a qualcosa.

Annunci

28 risposte a “Non è un paese per giovani

  1. il danno maggiore che si può fare ad un giovane, che vuole iniziare l’attività politica, è fargli credere che basti la sua buona volontà per farlo emergere.

  2. Straordinario come per una organizzazione che secondo alcuni non serve a nulla ci siano tutte queste incazzature da parte di coloro che non riescono a diventarne dirigenti.

  3. sai cosa non sopporto gianni?
    l’ipocrisia.
    se mi si lascia credere che posso entrare in una casa bussando, e poi la trovo sprangata io m’incavolo. e con me tutti coloro che lavorano nel partito.
    sarebbe più onesto dire a tutti i sostenitori,” noi dirigenti abbiamo concordato che il nome dell’organizzazione giovanile sarà tizio o caia” , e invece “primarie”!
    La parola magica che ormai vale meno di due soldi bucati tanto ce la stanno facendo venire a noia, la panacea di tutte le correnti e cordate, svenduta c0me la peggiore delle mercanzie ad un banco di un rigattiere di pessima fama.
    quest’uso improprio della politica svilisce me, quanto te , e tutti coloro che ci credono ancora, poi se per fare politica bisogna faticare, lottare, studiare , ben venga tutto , ma senza falsi moralismi per favore.

  4. Pingback: Mangiamo la foglia « Mettiamo Radici

  5. Gianni, non sto a ripetere la battuta che ho fatto ieri. Comunque questa Giulia Innocenzi mi sembra piuttosto determinata, vedremo

  6. Sono l’ unico a trovare un po’ strano che una radicale voglia diventare segretario dei giovani del PD?

  7. gianni, in verità il pensiero me l’ero fatto pure io, ma avendo i radicali fatto lista alle nazionali con il pd, avendo rinunciato ad una lista propria mi sono ritirata dentro la domanda, cmq rimane che le regole non fossero chiare ed accessibili a nessuno , neanche ai più fideizzati.

  8. Sara’ sicuramente come dici tu. Ma io non posso non chiedermi come mai questa Innocenzi non chieda delle regole chiare e trasparenti per l’ elezione del segretario del Partito Radicale. Io mi candiderei, per esempio.

  9. ma il partito radicale si è dato il metodo delle primarie come programma?
    il discorso è legato alla coerenza e alla credibilita gianni, non possiamo giocarci tutto su una cosa simile.

  10. Ma scusa, Maria, ad una radicale cosa importano le regole che si e’ dato il PD per il suo funzionamento interno? Chi sarebbe questa Innocenzi per mettersi a valutarne la coerenza? Poi cosa fa, va a vedere se alla Lega applicano esattamente il regolamento delle ronde padane?

    E se invece la sua e’ una battagli di principio, bene: le suggerirei di dire al perpetuo pannella di farsi da parte e di organizzare finalmente elezioni libere all’ interno del suo partito. Sono certo che troverebbe un deficiti di democrazia maggiore che da noi.

  11. Ma non dovevamo mescolarci? Se la sua candidatura sarà accettata sicuramente la competizione sarà interessante, almeno porterà temi nuovi nel dibattito.

  12. Veramente nei contatti con quelli di Primarie sempre è stato assicurato che è anche fondatrice del PD. E comunque non sta mica scritto da nessuna parte, credo, che chi condivide il progetto del PD, e quindi vota alle primarie, non possa anche candidarsi… o mi sbaglio?

  13. Certo che dovevamo mescolarci. Se il partito radicale decide di sciogliersi nel PD a me va bene.
    Sinceramente, stiamo assistendo alla solita provocazioncella radicale, i cui “giovani” non solo sono emanazione diretta dei due o tre vecchiacci che hanno in mano il partito da quarant’ anni, ma ne copiano persino i metodi e gli atti fino al plagio. Come si faccia ad eccitarsi per una stupidaggine del genere, che francamente non porta proprio nulla ne’ al partito ne’ al paese, e’ uno di quei misteri insondabili dell’ animo masochista della sinistra italiana per i quali vorrei avere piu’ tempo.

  14. Barbara, e’ scritto, invece, ed e’ scritto sullo statuto, che chi aderisce al PD non puo’ aderire ad un altro partito italiano. Il che non mi sembra francamente una norma arrogantemente vessatoria.

  15. gianni, mettiamo da parte per un attimo la Innocenzi, e chessò parliamo di una giovane o giovane iscrtitto, che volesse cimentarsi nella prova di un’elezione e campagna elettorale, senza regole e moduli chiari come avrebbe potuto mai candidarsi?
    il problema non è la innocenzi ma la mancanza di struttura organizzativa del pd.
    Ti racconto un episodio , giusto pe r chiarire la mia posizione.
    nel 1988, circa 20 anni fa quindi, mi sono recata in sezione per votare il segretario della sezione più grande di Nichelino, la città dove vivo, una città di 50.000 abitanti, prima cintura torinese.
    arrivati alla proposta di voto, c’era ovviamente la candidatura cooptata di un compagno, votato da tutta la segreteria uscente, probabilmente non convinceva molto questo nome, compagno capacissimo a mio avviso, ma probabilmente non gradito proprio perchè cooptato dall’alto.
    Un compagno si alzò e senza che io sapessi nulla , propose di smetterla con i soliti metodi e fece inaspettatamente il mio nome, avevo 28 anni , arrivata a Torino dal sud da pochissimi anni, senza radici, nè base elettorale, eppure fui votata e superai , con i voti dell’assemblea, il compagno ben più anziano ed inserito di me.
    Un fulmine a ciel sereno, la segreteria dovette prendere a malincuore atto di tale evento e fui nominata segretaria.
    questo fu possibile solo grazie a regole certe e condivise, ecco la nota stonata di questo progetto delle primarie.
    un progetto buttato lì sul tavolo, ma senza regole, un partito degno di questo nome non può permettersi certe defiance, ne pagheremmo in credibilità , questo è un lusso che non potremmo permetterci, non almeno in questa occasione.

  16. @Gianni, certo. E infatti Giulia innocenti è iscritta all’Associazione Luca Coscioni, mica al partito radicale. Non mi risulta ci sia un divieto d’iscrizione ad associazioni, o è permessa solo ReD? :P

  17. Errata corrige: Giulia Innocenzi, pardon

  18. “Dichiarazione di Giulia Innocenzi, iscritta radicale e coordinatrice degli Studenti Luca Coscioni, candidata alla segreteria nazionale dell’organizzazione giovanile del Partito Democratico.”

    http://www.lucacoscioni.it/pd_innocenzi_primarie_bene_pubblicazione_regolamento_ma_persistono_irregolarita

    Barbara, non facciamoci prendere per il naso a cosi’ poco prezzo, cerchiamo di pretendere rispetto almeno per il nostro impegno. La Innocenzi e’ la portaborse del perpetuo Pannella a Bruxelles, e sta replicando nell’ organizzazione giovanile, senza nemmeno uno scatto di fantasia, quello che il suo ottantenne referente politico ha tentato di fare nel partito dei grandi: una piccola, grottesca provocazioncella che potra’ poi mettere nel curriculum per quando chiedera’ un posto in lista, qualsiasi lista. Siamo veramente oltre al patetico, io non riesco a capire l’ ardore con il quale ci offriamo per farci infinocchiare proprio da chiunque, compresa la addetta alle fotocopie di Cappato.

  19. Ok, Gianni. Occorrerà dirlo anche a quelli di Europa, dove avevo tratto la mia informazione
    http://www.partitodemocratico.it/allegatidef/calvo-giovanidem-europa59683.pdf
    Vedo che tu ne sai molto più di me, che non ho idea se Giulia faccia o non faccia lo fotocopie a Cappato e pertanto non mi permetto di fare dichiarazioni che, in assenza di conoscenza diretta che non dubito tu abbia, potrebbero sembrare gratuitamente sprezzanti.
    Siccome evito sempre di parlare di cose che non so, e pare evidente che di questo non so nulla, io scendo qui e lascio andare avanti i bene informati.

  20. Maria, la politica e’ soltanto (soltanto) stabilire delle regole e farle applicare. Per cui fa INTERAMENTE parte della attivita’ politica presidiare l’ esercizio e la regolarita’ delle procedure. Non e’ quindi una esternalita’ ,o una scocciatura collaterale: questo E’ la lotta politica.

    Per cui, quando leggo dei piagnistei di quelli che non hanno ricevuto l’ e-mail per andare alla riunione, o che sono andati a mangiare la pizza anziche’ presidiare la lista e se la trovano cambiata, o i pipponi di Luca Sofri sul fatto che gli cambiano la data della riunione lui poverino si deve riorganizzare, a me francamente pare di leggere di persone che non solo non sono mature per fare politica, ma sono proprio un po’ in ritardo con la vita.

    Ieri mi sono svegliato convinto di passare la giornata in ufficio, invece alle dieci ero su un aereo per Londra per andare a firmare un contratto che mi era stato promesso e garantito, ma che se non fossi andato a prenderlo in fretta sarebbe andato a un altro. E non c’e’ nessuno tra tutti coloro che conosco (e tra tutti coloro che valga la pena conoscere) che non faccia fronte a problemi simili ogni mattina che si sveglia.

    La buona notizia, e’ che fare politica non e’ affatto obbligatorio: se a qualcuno non piace, non ci riesce, non vuole mettere le mani nella “fanga” (come dice Zoro), be’, non lo faccia. Faccia altro, si innamori, suoni il basso elettrico, diventi un neurochirurgo . Basta che non ci frantumi piu’ i marroni con patetiche frignate vittimiste che sono causate solo dalla sua inadeguatezza e immaturita’.

  21. Pdobama, io ne so piu’ di te perche’ ho letto la biografia della Innocanei sul suo sito. Puoi farlo anceh te. Anzi, sarebbe stato opportuno tu lo avessi fatto prima di parlarne.
    Tra l’ altro non so cosa ci sia di sprezzante a dire che qualcuno fa le fotocopie. Quando le facevo io mi sarebbe scocciato se qualcuno lo avesse considerato un attributo diminuente. Certo non mi pare una qualifica da considerare per diventare segretario di una organizzazione politica.

  22. @Gianni, scusa ero loggata come pdobama e non me ne sono ricordata. Il commento era mio.
    Certo, forse avrei dovuto leggere prima tutto e non solo Europa, e certo tu lo fai sempre, e non solo per confutare informazioni da altri fornite.
    E certo comunque hai accesso a curricola più articolati di quelli a disposizione mia, perché continuo a non trovare scritto da nessuna parte che abbia mai fatto fotocopie per chicchessia.
    Fra l’altro nella sua biografia http://giuliainnocenzi.wordpress.com/about/ non si fa cenno alla sua iscrizione al partito radicale. E, vedi caso, la stessa oggi ringrazia il PD per aver messo online i moduli e spostato la data di presentazione delle candidature.
    Forse dovresti passare a una formale protesta presso il PD, che a quanto apre si appresta ad ammettere un candidato non previsto dallo Statuto!
    Quanto al disprezzo per chi fa fotocopie, non sono davvero io che trovo chi le fa tanto “chiunque” da non poter partecipare alla sfida.

  23. Gianni, stai suggerendo che Luca Sofri dovrebbe ritirarsi dalla politica attiva?

  24. Senza scannarci troppo su chi sia l’Innocenzi, a quell’età le biografie contano poco, dovremmo rallegrarci se c’è una persona giovane e in gamba che è disposta a fare un sit in ed ottenere il rispetto delle regole nel nostro partito. Non si tratta di piagnistei, lei ha tutto il diritto di candidarsi e forse grazie a lei anche altri potranno farlo. Più competizione più pluralismo più democrazia.

  25. No, non mi riferivo alla Innocenzi, rispondevo a una obiezione piu’ generale di Maria. La Innocenzi la sua battaglia la sta conducendo, e tanti auguri. Personalmente e’ una battaglia che non mi sento di appoggiare, anche perche’ ad istinto penso che Veltroni sia piu’ interessato al futuro del PD che non una collaboratrice di Pannella.

  26. bhè gianni. puoi fare questo discorso quando vivi di politica, nel senso che ti dà da mangiare, ma io che per lavorare sto 10 ore fuori casa, e se devo prendere un giorno di ferie per andare a roma, devo prima chiedere la copertura ad una mia collega con la quale sono intercambiabile, poi il permesso ad una funzionaria fascista che mi fa sempre problemi, poi devo sempre far conto sui costi dei biglietti e dell’albergo, conta che non ci sono rimborsi.
    a meno che non faccia politica solo chi è ricco, o cooptato, loro sì che non avrebbero problemi.
    poi parli dell’Innocenzi con tanto livore, che differenza c’è dalla Madia?
    anche la Madia era stagista di Enrico Letta e senza colpo ferire, nè la mnima esperienza oggi è parlamentare, manco la campagna elettorale si è fatta, diritto diritto in parlamento, almeno l’Innocenzi si sottopone ad un voto che poi non è detto che superi, vista la competizione aperta tra più candidati.

  27. Esatto, Maria. Non e’ semplice fare coincidere gli impegni della politica con quelli dalla vita. La differenza, e’ che tu lo fai.

    Non ho nessun livore verso la Innocenzi. Penso solo che compia una azione che giovi alla sua visibilita’ personale e non giovi al partito (non al nostro, intendo dire). Mi stupisco che abbia tanto seguito tra coloro che immaginerei avessero priorita’ opposte.

  28. Carissimi, mi pare che siate tutti andati fuori tema…
    il succo della vicenda qui non è se la Innocenzi può candidarsi, ma che il PD ha comunicato il regolamento all’ultimo momento, e non ha messo a disposizione i moduli per la raccolta firme con largo anticipo.
    era già avvenuto per il 14 ottobre e continuiamo a ripetere lo stesso errore. è vero che ci si può organizzare e raccogliere le firme in un pomeriggio, ma non si capisce perchè ci debba essere questo ostacolo. il regolamento delle primarie dice che servono 600 firme; non 600 firme raccolte in una settimana, quindi che problema c’è a rilasciare i moduli tre mesi prima?
    semplice disorganizzazione?
    sarebbe grave anche quella…
    tra l’altro la innocenzi non è l’unica candidata che si lamenta, lei ha i radicali alle spalle e riesce a farsi sentire molto di più, ma io avevo appreso della vicenda da dario marini…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...