Io sto con Emergency

dal blog di Ivan Scalfarotto

Ho trovato veramente incredibile sentire il ministro Frattini ieri sera dai telegiornali, dopo che si era diffusa la notizia della “confessione” degli italiani. L’unica cosa che mi sarei aspettata dal mio ministro degli esteri è che trattasse la sola idea che i chirurghi italiani di Emergency avessero legami con Al-Qaida come meritava e cioè come spazzatura. Perché non bisogna mica fare il ministro per capire che non è pensabile che uno se ne vada da Brescia a ricucire gambe e piedi di ragazzini saltati sulle mine in Afghanistan avendo in realtà in mente il piano di unirsi ai terroristi islamici. E invece questo dire e non dire, questo “certo, le accuse sono gravi”, questo affidarsi al fatto che “la polizia afgana investigherà” (ammazza, che fortuna!), addiritturia ipotizzare la vergogna che cade sull’intera nazione, mi ha fatto veramente senso. Proprio un ribrezzo umano, prima ancora che politico.

Qui si può firmare l’appello “Io sto con Emergency”, cosa che ho fatto subito e che invito tutti a fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...