La Bosnia era Disneyland, al confronto

da L’Espresso

Si fa presto a dire centrosinistra. Nell’area d’opposizione a Berlusconi si confrontano tre o quattro partiti e una quantità impressionanti di correnti, sotto-correnti, aggregazioni tra correnti, in un guazzabuglio sempre precario in cui spesso si finisce per perdersi. Ecco dunque una guida pratica delle diverse anime del centrosinistra. Ma attenzione: tra una settimana potrebbe essere cambiato tutto.

PARTITO DEMOCRATICO
I dalemiani
Il gruppo legato a Massimo D’Alema è quello che ha vinto il congresso, portando Bersani alla segreteria. Va dal senatore Nicola Latorre al giovane Matteo Orfini e ha come punto di riferimento la fondazione Italianieuropei http://www.italianieuropei.net. All’epoca in cui era segretario Veltroni, i dalemiani si riunivano nell’associazione Red, che però da un anno non fa più un’iniziativa. Anche l’emittente Red Tv è stata chiusa.

I veltroniani
Ma quale Africa? Walter è sempre tra noi, anzi ultimamente ha deciso di rimettersi in gioco. Lui e i suoi si stanno dando molto da fare con la neonata ‘scuola di politica‘ cui hanno aderito 150 parlamentari, “aperta e non identificabile con un partito”. Di certo con un presidente: Walter Veltroni.

Area Democratica
Nata dopo le primarie vinte da Bersani, è l’associazione guidata da Dario Franceschini che rappresenta la minoranza del partito (www.areadem.info). Hanno aderito quasi tutti gli sconfitti del congresso, dai popolari ai veltroniani: sempre pronti però a rivendicare la loro autonomia.

I Letta boys
Attorno al vicesegretario Enrico Letta ruota una corrente legata alle sue associazioni: il think tank di 30-40enni veDrò e TrecentoSessanta. E all’Arel, l’agenzia di ricerche fondata da Andreatta di cui Letta è segretario generale.

I catto-dem
Gli eredi del pensiero cattolico democratico ora hanno come leader l’ex presidente del Senato, Franco Marini, l’ex ministro Giuseppe Fioroni, Antonello Soro, Pierluigi Castagnetti. Cuore della corrente l’associazione Quarta Fase).

I bindini
Si riuniscono nell’associazione Democratici davvero: tra loro, Giovanni Bachelet, Marina Magistrelli e l’ex candidato sindaco di Milano Nando dalla Chiesa.

I mariniani
Da Paola Concia a Ivan Scalfarotto a Michele Meta: quelli che hanno sostenuto nella corsa alla segreteria Ignazio Marino. Che ora fonda l’associazione Cambia l’Italia.

La Fabbrica del Professore
Do you remember Romano Prodi? I suoi ex fedelissimi Arturo Parisi, Mario Barbi, Giulio Santagata e Sandra Zampa sono tornati a farsi sentire. E a Bologna è appena stata resuscitata La fabbrica di Bologna, sulla falsariga di quella del Programma da cui partì la corsa alle elezioni 2006.

Under 50
Sotto i cinquant’anni nel Pd si è ragazzini. Ed ecco che allora avanzano i giovani che guardano Oltre, per parafrasare un’iniziativa di Giuseppe Civati (www.andiamooltre.it). Oltre questa classe dirigente, pronti a prenderne il posto: da Debora Serracchiani a Nicola Zingaretti al sindaco di Firenze, Matteo Renzi.

ITALIA DEI VALORI
Accanto alla linea del fondatore del partito Antonio Di Pietro, affiancato da fedelissimi come Silvana Mura e Massimo Donadi, si affaccia una seconda anima.
I movimentisti Quelli più vicini a realtà di piazza come Il popolo viola, hanno il loro punto di riferimento nell’ex pm Luigi De Magistris.

QUELLI CON FALCE E MARTELLO
Il simbolo è lo stesso, quello storico del comunismo, ma anche nella Federazione della sinistra le anime sono due: Rifondazione comunista, leader l’ex ministro Paolo Ferrero e il Pdci guidato da Oliviero Di liberto.

LA GALASSIA DEL GAROFANO
Il nome di Partito socialista italiano l’ha ereditato la formazione di Riccardo Nencini.

I socialisti di Craxi
Nascono dalla fusione tra la pattuglia di Bobo Craxi e quella di Saverio Zavettieri i Socialisti uniti-Psi.

SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’
Nata dalla scissione del Prc, si identifica con il suo leader, Nichi Vendola. Per promuovere una sua (probabile) candidatura alle primarie per la leadership del centrosinistra, continua l’esperienza della Fabbrica di Nichi (fabbrica.nichivendola.it).

RADICALI
Capitanati dai leader Marco Pannella ed Emma Bonino, portano avanti battaglie con i metodi di sempre: appena sospeso uno sciopero della fame (per avere documenti sui contratti stipulati dalla Camera). www.radicali.it

ALLEANZA PER L’ITALIA
In attesa di riuscire a sgretolare il bipolarismo, l’ultima creatura di Francesco Rutelli è riuscita a raggranellare qualche eletto alle ultime Regionali. www.alleanzaperlitalia.it

VERDI
Dopo aver perso una parte consistente, confluita in Sel, il partito guidato da Angelo Bonelli è riemerso in questi giorni per la lotta al ddl intercettazioni. Con la promessa di distribuire nelle cassette della posta le conversazioni censurate dai giornali. Certo è che l’eredità di Pecoraro Scanio, in termini d’immagine, pesa come un macigno. www.verdi.it.

GRILLINI
Aiuto: si possono inserire anche i grillini nella galassia del centrosinistra? Chi lo sa. Secondo loro no, secondo altri sì. Certo è che gran parte dei loro voti provengono da quest’area. www.beppegrillo.it

(poi, naturalmente, c’è il resto: il Popolo Viola, le Agende Rosse, le centinaia di associazioni sul territorio che continuano a fare politica, a volte “nonostante i partiti. E c’è perfino chi, come un gruppo di Roma, sogna di mettere insieme tutti i partiti del centrosinistra “partendo dalle basi degli iscritti e dei simpatizzanti”. Si sono riuniti diverse volte e hanno creato un gruppo su Fb con quasi 800 iscritti. Molti auguri….)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...