Sbarcare il lunario

Mentre la BBC aiuta a ragionare sui tagli (strumento che potrebbe essere utile pure al PD, quando fa ostruzionismo in Parlamento a favore degli enti lirici) gli effetti della crisi, oltre che sui lavoratori (richiamati all’essenziale da Sacconi), si riversano sulle amministrazioni locali e poi, di conseguenza, si sentono direttamente nelle tasche degli italiani: e così, nonostante i proclami del governo e dei maggiori TG nazionali, la pressione fiscale è aumentata dal 2008, portandoci oggi ad essere il quinto paese più tartassato d’Europa.

Ma non tutti possono permettersi di far cassa con le targhe automobilistiche sponsorizzate, come in California. Così, mentre Tremonti svende la Sardegna, a Messina (oltre a risparmiare sul cemento) ci si accontenta di una “dogana” per chi arriva in Sicilia e per chi va via.

Alemanno sfonderà con la sua macchina anche le banchine dello Stretto?

Annunci

Una risposta a “Sbarcare il lunario

  1. Pingback: Elezioni Regionali »  Sbarcare il lunario « Blog del circolo online del PD "Barack Obama"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...