Mamma mia!

Il fatto che in Inghilterra stia sparendo il matrimonio non rende affatto più moderni noi, coi nostri ostacoli lavorativi alla maternità:

Ai molti record negativi delle italiane, le donne al mondo che fanno meno figli, che hanno il tasso di occupazione più basso d’Europa e che anche quando hanno un lavoro esterno si fanno carico di buona parte degli impegni domestici (per un totale di 5 ore e 15 minuti contro l’ora e 30 del partner, ci dice Linda Laura Sabbadini dell’Istat), si aggiunge adesso un altro spiacevole primato. Risulta dai dati Eurostat aggiornati al 2008 che se negli altri paesi europei l’avere uno o due figli modifica di poco il tasso di occupazione delle donne, da noi invece il tasso cola a picco: meno 4,5 punti con un figlio, meno 10 punti con due, meno 22 con tre bimbetti. Al ministero del Lavoro è stata fatta una ricerca sulle donne che si dimettono nel primo anno di vita del bambino, quando è proibito licenziarle. Sono risultate 17.676 dimissioni nei primi 11 mesi del 2009, di cui la gran parte al Nord. Una cifra consistente, in particolare in un periodo di crisi, che peraltro molte studiose considerano parecchio inferiore alla realtà, visto che non fotografa il lavoro nero né l’arcipelago dei contratti a progetto e a termine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...