Ipocrisie

Dito medio alzato, i leghisti si godono la Dolce Vita di Roma Ladrona.

Sarà forse per Barbareschi, ma il povero Silvio si sente vittima di una campagna mediatica.

Mentre si erge a paladino della libertà contro il ddl intercettazioni, Fini prende in giro la rete e lascia intatto l’articolo ammazza-blog (e anche i giornali, prendendo spunto, dicono Me ne frego).

Nonostante le promesse i parlamentari non si mettono d’accordo sul taglio degli stipendi. Accordo unanime invece fra i consiglieri capitolini per aumentare le poltrone.

Permesso su permesso, i sindacati italiani preferiscono perdere le fabbriche piuttosto che, in questa situazione di crisi, rimboccarsi le maniche e far qualcosa che non hanno mai fatto: lavorare.

Con la scusa degli errori della Gelmini gli insegnanti italiani rifiutano la meritocrazia e fanno di tutto per aggirare gli esami, per paura di non essere all’altezza.

Dulcis in fundo, mentre Berlusconi è travolto dalle sue ombre, l’opposizione movimentista cosa fa? Va a prendere il sole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...