Lettera aperta a Fini e Bongiorno

Al Presidente della Camera, On. Gianfranco Fini
Al Presidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, On. Giulia Bongiorno
Ai Capi-gruppo alla Camera dei Deputati
A tutti i Deputati

La decisione con la quale, lo scorso 21 luglio, il Presidente della Commissione Giustizia della Camera, On. Giulia Bongiorno, ha dichiarato inammissibili gli emendamenti presentati dall’On. Roberto Cassinelli (PDL) e dall’On. Roberto Zaccaria (PD) al comma 29 dell’art. 1 del c.d. ddl intercettazioni costituisce l’atto finale di uno dei più gravi – consapevole o inconsapevole che sia – attentati alla libertà di informazione in Rete sin qui consumati nel Palazzo.

La declaratoria di inammissibilità di tali emendamenti volti a circoscrivere l’indiscriminata, illogica e liberticida estensione ai gestori di tutti i siti informatici dell’applicabilità dell’obbligo di rettifica previsto dalla vecchia legge sulla stampa, infatti, minaccia di fare della libertà di informazione online la prima vittima eccellente del ddl intercettazioni, eliminando alla radice persino la possibilità che un aspetto tanto delicato e complesso per l’informazione del futuro venga discusso in Parlamento.

Tra i tanti primati negativi che l’Italia si avvia a conquistare, grazie al disegno di legge, sul versante della libertà di informazione, la scelta dell’On. Bongiorno rischia di aggiungerne uno ulteriore: stiamo per diventare il primo e l’unico Paese al mondo nel quale un blogger
rischia più di un giornalista ma ha meno libertà.

Esigere che un blogger proceda alla rettifica entro 48 ore dalla richiesta – esattamente come se fosse un giornalista – sotto pena di una sanzione fino a 12.500 euro, infatti, significa dissuaderlo dall’occuparsi di temi suscettibili di urtare la sensibilità dei poteri economici e politici.

Si tratta di uno scenario anacronistico e scellerato perché l’informazione in Rete ha dimostrato, ovunque nel mondo, di costituire la migliore – se non l’unica – forma di attuazione di quell’antico ed immortale principio, sancito dall’art. 19 della dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo e del cittadino, secondo il quale “Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione, incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.”.

Occorre scongiurare il rischio che tale scenario si produca e, dunque, reintrodurre il dibattito sul comma 29 dell’art. 1 del ddl nel corso dell’esame in Assemblea, permettendo la discussione sugli emendamenti che verranno ripresentati.

L’accesso alla Rete, in centinaia di Paesi al mondo, si avvia a divenire un diritto fondamentale dell’uomo, non possiamo lasciare che, proprio nel nostro Paese, i cittadini siano costretti a rinunciarvi.

Guido Scorza, Presidente Istituto per le politiche dell’innovazione

Vittorio Zambardino, Scene Digitali

Alessandro Gilioli, Piovono Rane

Arianna Ciccone, Festival Internazionale del Giornalismo e Valigia Blu

Filippo Rossi, direttore Ffwebmagazine e Caffeina magazine

Stefano Corradino, Articolo 21

Luca Conti, Pandemia

Fabio Chiusi, Il Nichilista

Daniele Sensi, L’AntiComunitarista

Wil Cappellano, Nonleggere QuestoBlog

ELENCO FIRMATARI

Chi vuole aderire può andare qui

[UPDATE: Per una volta il Pd era arrivato prima degli altri: aveva fatto la stessa cosa un mese fa, anzi, di più. Tutto era partito da qui.]

ELENCO FIRMATARI
SOTTOSCRIVI ANCHE TU QUESTA LETTERA PER LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE SULLA RETE


tags: blog , internet , legge bavaglio , libertà , nobavaglio , rete
data: 23 luglio 2010
Stampa: per il documento in versione stampabile  clicca qui
#1 da Giuliano Buratti
inviato il 23/7/2010

Chi non é informato non ha libertà di opinione.
#2 da patrizia pellegrino
inviato il 23/7/2010

Nessun bavaglio al libero pensiero in rete
#3 da Ciro Ferro
inviato il 23/7/2010

Condivido spirito e motivazioni dell’appello.
#4 da franco
inviato il 23/7/2010

libertà,libertà,libertà!!!!!!
#5 da Giulioromano
inviato il 23/7/2010

In tutte le democrazie occidentali, vige il concetto: Più sei potente e più devi essere trasparente. In Italia accade il contrario. Uno schfo.
#6 da Jiuse
inviato il 23/7/2010

BASTA CON IL CONTINUO ATTACCO A TUTTE LE LIBERTA’ !!!!!!
#7 da silvana
inviato il 23/7/2010

nessun bavaglio legge solo x berlusconi vergogna
#8 da Paola Calvi
inviato il 23/7/2010

Perché chiunque possa esprimere liberamente le proprie opinioni ed essere pienamente informato.
#9 da nicola
inviato il 23/7/2010

no al bavaglio, si al bavaglino per il …premier
#10 da stefanossd
inviato il 23/7/2010

Wake up people! è l’ora di una ri-Evoluzione della coscienza! Ognuno di noi deve essere l’agente del cambiamento! Se non noi, chi? Se non ora, quando?
#11 da Laura
inviato il 23/7/2010

Noi non possiamo sccettare che questi signori che siedono in parlamento, eletti indirettamente da noi,( perchè non possiamo dare preferenze, che ci anche impedito di giudicare i loro errori ed intrecci tra affari e politica, questo mi sembra troppo.


<!–

commenta

–>

nome
email
cap
messaggio
Siamo 205.000 osservatori, sei già uno dei nostri? Registrati per essere aggiornato sulle nostre iniziative a favore della libertà d’informazione.


<!—->

13
lug
Mineo fuori da Rainews? Masi, adesso basta!

Raccolta di firme dei cittadini in collaborazione con Articolo 21


9
lug
Il silenzio attivo di Valigia Blu

Il giorno dello sciopero posteremo tutto il giorno sulla legge bavaglio e sui fatti de l’Aquila. Il nostro modo di dire Legge Bavaglio MAI


tutti gli appuntamenti

<!– –>

Advertisements

Una risposta a “Lettera aperta a Fini e Bongiorno

  1. Pingback: Lettera aperta a Fini e Bongiorno « Blog del circolo online del PD …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...