Riconoscete la mano?

dal blog di Ivan Scalfarotto

Dato che di buone notizie ce n’è poche, quando succede qualcosa di buono conviene celebrare la cosa adeguatamente. Qualche giorno fa il Senato ha approvato – udite udite: all’unanimità! – un emendamento al DDL “Gelmini” con il quale si introduce il principio della “peer review” (la valutazione tra pari) per l’assegnazione dei fondi per la ricerca. In pratica a decidere chi merita i fondi saranno gli stessi studiosi, con una partecipazione almeno per un terzo di ricercatori stranieri, con buona pace delle baronie e dei nepotismi. E’ così che si fa in tutto il mondo e così si comincerà a fare anche in Italia. Nota finale, di cui non c’è forse nemmeno bisogno: l’autore dell’emendamento è Ignazio Marino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...