Ti odio su Facebook

A volte l’inganno produce conseguenze nefaste. Per questo dobbiamo comprendere l’odio, mettercelo tutto sotto gli occhi, valutarne la portata senza ipocrisie. Solo a questo modo non cadremo né nel trabocchetto dei “troll” né in quello mediatico. Una volta appurato che non tutto l’odio presente in rete va preso alla lettera, e che le sue dimensioni meritano una riflessione, ma non sono certo tali da giustificare una “emergenza Facebook”, saremo in grado di affrontare in modo costruttivo questa semplice manifestazione di ciò che serpeggia nel paese”

Fabio Chiusi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...